PISCINE IN VETRORESINA

Discussioni sui metodi di costruzione, tipi di piscine, tipi di impianti

PISCINE IN VETRORESINA

Messaggioda laura leucci » mer 07 mar 2012, 18:36

PISCINE IN VETRORESINA:
in commercio ci sono due tipologie di piscine preabbricate in vetroresina: pannelli o monoblocco.
i pannelli di vetroresina hanno le stesse caratteristiche dei pannelli in acciaio zincato, si bullonano tra di loro e la finitura finale è quella del pannello che è generalmente verniciato.
attenzione al reinterro: tali pannelli, infatti, se non opportunamente protetti da muretti di contenimento, hanno la tendenza a formare antiestetiche "pance" dovute alla spinta del terreno.
generalmente hanno dei costi contenuti (specialmente la forma rettangolare), ma necessitano di molta manutenzione. il cloro ed il sole, infatti, tendono a sbiadire velocemente il colore della vetroresina, quindi è necessario sverniciarla e ridarne il colore.
uno dei vantaggi delle piscine in vetroresina è che, se per un motivo qualunque, si rompe un pezzo, un artigiano che lavora la vetroresina può ripararla velocemente.
ma il male maggiore è la cosiddetta "osmosi" della vetroresina. si presenta come una serie di bolle mollicce e, se si verifica tale fenomeno, esso è impossibile da aggiustare in maniera definitiva. chiunque possiede una barca (se in vetroresina), può confermare che tale fenomeno è imprevedibile.
le piscine in vetroresina in monoblocco sono delle enormi strutture complete costruite in stabilimento, con strati di poliestere armati con fibra di vetro, e ricoperti nella parte interna del guscio con uno strato di finitura spruzzato detto gel-coat che le conferisce il colore. per visualizzare una piscina in vetroresina monoblocco immaginiamo una enorme vasca da bagno. tutta un pezzo. dal produttore partono già tutti gli accessori (fari, bocchette ecc ecc) e si installa su di un letto di sabbione/cemento.
il vantaggio indiscutibile è la velocità di realizzazione. le opere idrauliche sono già comprese, il prodotto è rifinito.
Lo svantaggio maggiore è la limitatezza delle forme e degli accessori. Infatti le ditte propongono diverse soluzioni, ma non modificabili. Ma un altro limite è il fatto che hanno solamente una profondità predefinita. Un altro limite è che non è facile trovare piscine monoblocco in vetroresina con lunghezze maggiori di 10 mt.
Una parola sulla posa di una piscina monoblocco: bisogna preparare un letto di sabbione/cemento perfetto per come è la piscina stessa, questo per evitare che ci siano dei vuoti nel fondo che comprometterebbero la struttura, ed il reinterro stesso deve essere eseguito a mano contemporaneamente al riempimento di acqua della piscina stessa, bilanciando bene le due spinte opposte.
le cose da tenere presenti sono essenzialmente tre: il costo del trasporto molto alto (trasporto eccezionale), la posa sul letto di sabbione/cemento deve essere fatta con gru di grosse dimensioni e l'assoluto divieto di tenere la piscina vuota. infatti la struttura mantiene le sue caratteristiche se la spinta del terreno viene bilanciata dalla spinta dell'acqua quando è piena.
se si svuota per un periodo abbastanza breve, si corre il rischio che la struttura possa lesionarsi. infatti i lavori di pulizia (se è necessario svuotare la piscina) devono essere rapidissimi.
Avatar utente
laura leucci
Site Admin
 
Messaggi: 343
Iscritto il: mar 06 mar 2012, 00:01

Torna a Costruzione della piscina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti