Aspirafango, spazzole ed altro....

Piccoli impegni quotidiani per vivere una piscina con confort

Aspirafango, spazzole ed altro....

Messaggioda laura leucci » mar 13 mar 2012, 22:56

ASPIRAFANGO

L'aspirafango è un accessorio indispensabile per pulire tutto ciò che si deposita sul fondo della piscina, cioè tutto ciò che non è stato raccolto dagli skimmer.

L'aspirafango è necessario usarlo, oltre che durante il normale lavoro di pulizia settimanale, anche quando c'è stato molto vento ed è caduto l'impossibile nella piscina, alla riapertura dopo l'inverno, o in ogni altra situazione di sporco eccezionale.

Infatti chi possiede un robot sicuramente usa il pulitore per la pulizia quotidiana, ma è impensabile usarlo quando la piscina è molto sporca.
In tal caso, infatti, il robot si intaserebbe subito provocando danni al motore che si sforzerebbe moltissimo.

L'aspirafango, o scopa aspirafango, è composta da tre oggetti:
- spazzola aspirafango
- manico telescopico o asta telescopica
- canna galleggiante

P3120344 (Copia).JPG


Come si usa l'aspirafango, cioè come pulisco il fondo della piscina: innanzitutto un po' di teoria.

Immaginiamo l'aspirafango come un aspirapolvere: anche l'aspirapolvere è composto dalla spazzola, da un tubo e da un corpo che contiene il sacchetto dove si raccoglie lo sporco.

Anche l'aspirafango ha una spazzola, un tubo, ed il sacchetto è il filtro dell'impianto.

Questo vuol dire che, ogni volta che usiamo l'aspirafango, dobbiamo immediatamente andare a pulire il filtro (sabbia, cartuccia o diatomee non ha importanza) proprio perchè lì si deposita tutto ciò che togliamo dalla nostra piscina.

Nella pratica ci si comporta così:

sulla testa della spazzola aspirafango c'è un pezzo di tubo dove andiamo ad innestare una estremità del tubo galleggiante.

P3120350 (Copia).JPG


Sempre sulla testa della spazzola aspirafango ci sono due buchi (gli attacchi sono universali per tutti i modelli) dove andremo ad inserire (facendo attenzione a sentire lo scatto di blocco) l'estremità del manico telescopico.

P3120348 (Copia).JPG


A questo punto mettiamo tutto in acqua tranne l'estremità del tubo galleggiante rimasta libera.

E' importante questo passaggio: tutto il tubo galleggiante deve andare in acqua.

P3120354 (Copia).JPG


ATTENZIONE: la piscina non tollera presenza di aria nelle tubazioni, quindi, prima di andare avanti, dobbiamo riempire tutto il tubo galleggiante di acqua (niente paura, galleggerà sempre!! ;) )

Un metodo molto veloce è quello di prendere l'estremità libera del tubo galleggiante e metterlo davanti ad una bocchetta di immissione a parete.
Il tubo si riempirà velocemente di acqua facendo uscire l'aria dall'estremità opposta che è in acqua.

P3120359 (Copia).JPG


Solo quando tutto il tubo sarà pieno di acqua (noteremo che il tubo tende a scendere sotto il pelo dell'acqua, pur galleggiando sempre), andremo ad inserire l'estremità del tubo galleggiante nella presa aspirafango a parete presente nella piscina.

P3120363 (Copia).JPG


Chi non avesse la bocchetta aspirafango dedicata, può mettere il tubo galleggiante all'interno dello skimmer, avendo cura di togliere il cestello.
Alcuni skimmer hanno un piatto di aspirazione (skim-vac) che hanno l'alloggiamento giusto per il tubo galleggiante.

L'importante è accertarsi che tutto il portagomma del tubo galleggiante sia inserito perfettamente e che non entri aria nell'impianto.

Una volta fatto questo, andiamo nella sala filtri.

Per dare maggiore potenza alla spazzola aspirafango, chiudiamo un po' la valvola che governa gli skimmer sino ad ottenere un buona aspirazione dalla spazzola aspirafango.

P3120365 (Copia).JPG


Per chi lo fa per la prima volta, la prova di aspirazione è mettere la spazzola aspirafango davanti ad una foglia che è sul fondo.
Se la vediamo camminare velocemente lungo il tubo galleggiante, abbiamo ottenuto il giusto equilibrio di aspirazione.
Se, al contrario, è sempre molto lenta, andiamo a chiudere un altro poco la valvola degli skimmer ;) .

Se non siamo molto veloci, o se il tubo galleggiante ha ancora aria nell'impianto, noteremo, in sala filtri, che la pompa non sta pescando acqua.
Infatti la pompa farà un rumore diverso dal normale.

Niente paura. Sul filtro c'è un tappino (generalmente vicino al manometro) che, sempre con la pompa in funzione, sviteremo leggermente, facendo fuoriuscire l'aria dall'impianto.

P3120370 (Copia).JPG


Quando tutta l'aria sarà andata via, uscirà acqua, ed a quel punto richiudiamo il tappino, notando che l'acqua passerà attraverso la pompa a pieno regime.
Ricordiamo che la posizione della valvola selettrice deve essere sempre su "filtrazione".

A questo punto non ci rimane altro che ritornare in piscina, prendere in mano l'asta telescopica e guidare la spazzola aspirafango in maniera lenta e regolare.

La lentezza è indispensabile in quanto non dobbiamo mai sollevare lo sporco facendo diventare torbida l'acqua.

La regolarità è per essere sicuri di aver pulito tutta la superficie.

Spesso, infatti, al sole possiamo saltare delle zone credendole pulite, invece, non appena accendiamo i fari, noteremo le zone pulite da quelle "dimenticate".

E' molto importante, anche, mettere la spazzola aspirafango in una posizione tale che aderisca perfettamente sul fondo della piscina.
In questa maniera saremo sicuri di ottenere il massimo del risultato.

PULIZIA DEL PRE-FILTRO DELLA POMPA DI FILTRAZIONE

Alla fine del lavoro in piscina, dobbiamo andare a pulire il cestello della pompa ed il filtro.

Questa operazione deve essere fatta con la massima attenzione.

Vediamo insieme, uno ad uno, tutti i passaggi.

1) spegnere la pompa di filtrazione.

2) chiudere tutte le valvole a sfera dei due collettori principali.
Cioè dobbiamo chiudere tutte le bocchette di immissione e tutti gli skimmer, bocchetta aspirafango e valvola di fondo.

P3120369 (Copia).JPG



3) aprire il coperchio della pompa (ogni modello presenta diverse coperchi. Alcuni hanno due o quattro manopole, alcuni hanno il coperchio intero che deve essere svitato.

P3120371 (Copia).JPG


Nel momento in cui apriamo il coperchio, uscirà un po' di acqua. Niente paura. Invece, se notiamo che esiste un vero e proprio flusso di acqua, richiudiamo IMMEDIATAMENTE il coperchio della pompa: abbiamo dimenticato di chiudere qualche valvola.

Ricordiamo che una valvola aperta ha la maniglia parallela al corpo valvola.
Una valvola chiusa ha la maniglia trasversale rispetto il corpo valvola.


4) togliere il cestello e pulirlo. Io consiglio sempre di avere uno spazzolino a portata di mano che serve per pulire i "buchini" del cestello che si intasano spesso.

P3120378 (Copia).JPG


5) rimettere il cestello nella pompa, prestando molta attenzione a non forzarlo.
I cestelli hanno una direzione precisa: hanno, in alto, un buco che deve corrispondere al buco di ingresso della pompa.
Se la posizione è giusta, il cestello va giù liscio.

P3120379 (Copia).JPG


6) chiudere il coperchio della pompa.
Prima di fare questo, prendiamo la guarnizione che è presente tra coperchio e pompa e puliamola per essere certi che non sia rimasta intrappolata qualsiasi cosa.

P3120385 (Copia).JPG


Io consiglio, anche, di allargarla leggermente per guardare se si è cristallizzata. Se è abbastanza elastica, va tutto ok.
Se, al contrario, notiamo delle crepe molto piccole sulla guarnizione, è bene sostituirla quanto prima.

P3120383 (Copia).JPG


Tutto il mondo delle piscine si basa sulle guarnizioni.
Sono quest'ultime che impediscono gocciolamenti, nelle migliori delle ipotesi, o allagamenti, nelle situazioni più estreme.

P3120374 (Copia).JPG


7) riaprire tutte le valvole che abbiamo chiuso in precedenza: tutte le valvole delle bocchette di immissione devono essere tutte aperte.
Le valvole degli skimmer devono essere aperte completamente.
La valvola della bocchetta aspirafango (dove presente) deve essere chiusa.
La valvola della valvola di fondo deve essere chiusa per metà.

8) accendiamo la pompa controllando che il flusso dell'acqua sia regolare.
Appena accesa la pompa, diamo uno sguardo al manometro presente sul filtro: ricordiamo sempre che non deve mai superare una atmosfera e mezzo (al massimo).

P3120370 (Copia).JPG


Bene. Abbiamo pulito il cestello della pompa di filtrazione.

Il passaggio successivo è pulire il filtro.

PULIZIA DELLA SABBIA DEL FILTRO DOPO AVER USATO L'ASPIRAFANGO:

L'operazione che descriveremo ora si riferiscono ai filtri a sabbia.

I passaggi sono:

1) spegnere la pompa di filtrazione.

2) ruotare la valvola selettrice abbassando la leva e portandola su "controlavaggio" o "backwash". Per memorizzare velocemente la posizione giusta, immaginiamo la valvola selettrice come un orologio: "filtrazione" è su ore 12, "controlavaggio" è su ore 6.

IMG-20120313-00826 (Copia).jpg


3) accendere la pompa.

4) sempre sulla valvola selettrice c'è un bicchierino di vetro, detto "bicchierino spia".
Lì vedremo passare l'acqua di scarico.
Al principio sarà scura, sino a che diventerà trasparente.
E' il momento di spegnere la pompa.

IMG-20120313-00834 (Copia).jpg


5) spegnere la pompa.

6) spostare nuovamente la valvola selettrice in posizione di "risciacquo". In tale situazione si puliranno le tubazioni.

posizione risciacquo (Copia).jpg


7) spegnere la pompa.

8) rimettere la valvola selettrice su "filtrazione".

posizione filtrazione (Copia).jpg


9) accendere la pompa rimettendola in modalità orologio.


ALTRI ACCESSORI DI PULIZIA

Retino di superficie:

Si usa con il manico della scopa aspirante a cui viene fissato attraverso gli appositi fori sulla struttura. Serve per raccogliere foglie e quant’altro rimane – sulla superficie della vasca o sul fondo, di dimensioni troppo grandi per essere aspirato dalla scopa.
retino di superficie (Copia).png


Retino di fondo:

Si usa con il manico della scopa aspirafango a cui viene fissato attraverso gli appositi fori sulla struttura. Serve per raccogliere foglie dal fondo o grandi quantità di foglie dalla superficie.
Molto comodo dato il grande sacco di raccolta.

P3120337 (Copia).JPG


Termometro infrangibile:

Serve per misurare la temperatura dell’acqua in vasca.
Nelle piscine coperte od in quelle riscaldate è consigliabile una temperatura di 26 o 28° C.
termometro (Copia).jpg


Spazzolone:
Anch’esso si fissa al manico in alluminio della scopa e serve per rimuovere lo sporco che si può depositare sulle pareti della vasca e nei punti difficilmente raggiungibili con la testa della spazzola aspirafango, ad esempio i gradini di una scalinata...
P3120340 (Copia).JPG


Pulizia del cestello dello skimmer

Pulite regolarmente il cestello dello skimmer eliminando i detriti accumulatisi sia per consentire un corretto passaggio dell’acqua che un normale rilascio del disinfettante solido.

IMG-20120313-00823 (Copia).jpg


Buon lavoro!
Per poter visualizzare o scaricare gli allegati devi essere un utente registrato ed autenticato.
Avatar utente
laura leucci
Site Admin
 
Messaggi: 335
Iscritto il: mar 06 mar 2012, 00:01

Torna a Manutenzione della piscina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti