Depositi di calcare

Siamo tutti "piccoli chimici"...

Depositi di calcare

Messaggioda xn1 » mer 05 ott 2016, 21:28

Salve,
Ho la piscina da circa cinque anni.
Fino ad aprile di quest'anno ho effettuato la normale manutenzione con cloro e mantenendo il Ph stabile.
Ad aprile è stata svuotata per effettuare delle riparazioni al mosaico.
Ho fatto riempire la piscina con acqua non della rete, ma dai pompieri che la prendono da un pozzo artesiano.
Nel giro di qualche mese ho incominciato a vedere delle macchie più chiare sul fondo.
Da fuori sembrava uno strato di muffa.
Pensavo fossero dei depositi di polline, o sporcizia. Però purtroppo non si pulivano in nessun modo.
Dopo un po' ho visto che le macchie cominciavano ad apparire anche sulle pareti.
Ho quindi realizzato che si trattava di calcare.
Fino ad ora non avevo dovuto usare nessun prodotto anticalcare, per questo la cosa mi ha colto di sorpresa.
Ora volevo sapere se c'era qualche modo per liberarsene senza svuotare la piscina, e se la misurazione della durezza dell'acqua è una cosa che deve essere fatta regolarmente, dal momento che io non l'ho mai fatta e, finora, non era mai successo niente.

Grazie.
xn1
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lun 29 feb 2016, 01:41

Re: Depositi di calcare

Messaggioda laura leucci » dom 09 ott 2016, 11:13

ciao xn1,

mi dispiace immensamente ma non esistono metodi per togliere il calcare "radicato" senza svuotare la piscina.

Il problema, per te, è ancora più delicato in quanto non puoi usare degli acidi che possano sciogliere il calcare senza intaccare le fughe del mosaico.

Personalmente, da un'azienda chimica locale, mi sono fatta fare un acido che scioglie il calcare senza rovinare le fughe, il problema è che costa tantissimo ma ti fa risparmiare altri soldi per ripristinare le fughe.

Il controllo della durezza dell'acqua è fondamentale nell'uso di una piscina, quindi ti conviene, secondo me, pulirla benissimo, riempirla e tenere sotto controllo la durezza.

In commercio ci sono dei kit analisi specifici per la durezza, anche abbastanza semplici ed economici.

Il prodotto chimico che serve per abbassare la durezza è anche abbastanza modesto come valore, l'unico fastidio è aggiungere questo tipo di analisi a quelle che fai abitualmente.

Ma, credimi, ne vale la pena in quanto vedrai che la qualità dell'acqua subirà un miglioramento nettissimo, oltre, naturalmente, avere dei vantaggi nella filtrazione (la sabbia dura più a lungo), nella stabilità del ph, ed in tutto l'impianto.

ciao!!
Avatar utente
laura leucci
Site Admin
 
Messaggi: 337
Iscritto il: mar 06 mar 2012, 00:01


Torna a Trattamento e disinfezione acqua

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 4 ospiti